Incontri troppo ravvicinati
9 Aprile 2016
Block notes anticoncezionale
15 Aprile 2016

CONSIGLIA tutte le mamme capita di ricevere consigli o giudizi che non sono mai stati richiesti. Questo fenomeno, generalmente, lo scopriamo presto e, ahimè, credo non ci abbandonerà altrettanto velocemente nel corso della nostra vita da genitore.

Vi racconto uno dei miei ultimi episodi.

Pranzo da parenti con, invitati, amici di amici. La piccola è stanca, vorrebbe dormire, ma l’appetito e la curiosità la tengono ancora vigile.

Decide di ispezionare il salone insieme a me, alla ricerca di chiavi della credenza e lontano da persone che non conosce.

Arrivano ad uno ad uno gli invitati e, finalmente, anche la nostra guest star dispensatrice di consigli. E’ una signora attempata, sorridente, abbastanza curata. Attacca bottone e si inizia a parlare del più e del meno, come si conviene.

“Ma che bella bambina!”

La piccola si attacca a mò di cozza alle mie gambe. Quando le si avvicina qualcuno che non conosce, guarda sempre con sospetto…e questo, dico la verità, non mi dispiace affatto.

“Sai che la figlia della nipote della mia amica è andata dalla pediatra e le ha consigliato di mandare SUBITO la bimba al nido perché altrimenti rischia di non saper socializzare con le persone?. Era sempre a casa con la mamma, come lei con te, e allora si è dovuta organizzare e farle fare almeno mezza giornata”.

Io in un’altra vita sono stata sicuramente un santone indiano o qualcosa del genere.

Ho ribattuto giocandomi la tesi di un neuropsichiatra che ho conosciuto al corso preparto e che affermava esattamente il contrario. Mi ha guardato per un istante e poi ha aggiunto: “Beh, io non ho avuto figli ma ogni mamma sa quel che è meglio per il proprio bimbo”.

Allora…parliamone. Non hai figli e una delle prime cose che mi dici, appena salutate, è che rischio una figlia asociale e poi butti tutto a tarallucci e vino?!?. Sei davvero una grande. Sappi che ti voglio bene. Ne hai tanto bisogno.

Poco dopo, una tizia mai vista né conosciuta, comincia a sostenere che questo sia il momento migliore, per me, per avere un secondo figlio. Come no.

“A distanza di poco più di 1 anno, l’uno dall’altro, crescono e giocano insieme. Bisogna farlo SUBITO…”.

Non metto in dubbio queste affermazioni, ci mancherebbe, ma carissima ragazza di cui non conosco manco il nome, lo vuoi fare tu per me???. Ti candidi?!?. Dimmelo subito che così facciamo prima.

Care mamme, la morale è sempre la stessa: ci sarà sempre qualcuno che vuol farci credere di avere la verità in tasca o ci vorrà far sentire in colpa per qualcosa. In cuor nostro, però, sappiamo bene che se il nostro bimbo gioca, ride e ci manda i baci ogni volta che ci vede, non dobbiamo preoccuparci troppo. Che continuino a farlo pure gli altri per noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il sito utilizza cookie tecnici propri e cookie di terze parti. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull'utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore . Cookie policy