Scuola, ambiente e gelato: la premiazione delle scuole vincitrici della 2° edizione di Scuola Missione Green Sammontana

Il primo viaggio inizia in cucina
21 ottobre 2018
Barbie gioca con la moda: gli abiti più belli di sempre
31 ottobre 2018

I bambini sono il futuro: nelle loro mani la società di domani e l’intero pianeta.

Educarli al rispetto dell’ambiente significa renderli consapevoli dell’importanza delle loro azioni. E responsabilizzarli, rendendoli capaci costruttori di un futuro più pulito. Quello di cui abbiamo davvero bisogno.

Eppure fare il primo passo spetta a noi. Tocca a noi, oggi, dare l’esempio.

D’altronde bisogna piantare il seme e coltivarlo con attenzione prima di poterne gustare i frutti.

E proprio questa grande sensibilità nei confronti dell’ambiente ha ispirato l’incredibile partecipazione di alunni, insegnanti e famiglie di tantissime Scuole Primarie di tutta Italia, alla 2° edizione di “Barattolino Scuola Missione Green – Un Sogno per Domani”: un progetto promosso da Sammontana con l’obiettivo di condividere il proprio percorso di sostenibilità ambientale oltre i muri dell’azienda, per sensibilizzare i più piccoli, gli adulti di domani, alle buone pratiche per la tutela del nostro pianeta.

I numeri: oltre 1.500 scuole con 244 classi hanno aderito al progetto, e 522 sono stati gli elaborati in concorso. Un successo davvero incredibile, a maggior ragione se paragonato con i numeri della scorsa edizione (48 classi e 117 elaborati complessivi).

Come per il 2017, anche quest’anno Barattolino Scuola Missione Green ha proposto un’appassionante gara creativa fra le scuole aderenti all’iniziativa: le classi partecipanti hanno realizzato degli splendidi progetti, riciclando artisticamente i vuoti del mitico Barattolino Sammontana.

Il messaggio da veicolare era a tema “green” e a sostegno di una delle giornate di sensibilizzazione proposte da Sammontana: per rendere i ragazzi veri e propri ambasciatori del rispetto dell’ambiente e di un futuro più sostenibile.

In occasione della Giornata Mondiale dei Sogni, martedì 25 settembre, ho avuto il piacere di assistere alla premiazione delle prime 3 classi vincitrici presso FICO Eataly World di Bologna: il più grande parco agroalimentare del mondo.

In questa splendida cornice, quello che più mi è rimasto impresso di questi ragazzi è stata la loro attenzione e lo sguardo vispo, fiero e soddisfatto per il riconoscimento del proprio lavoro. La complicità con le insegnanti poi era palpabile.

Che quando vedi classi di ragazzini così coinvolti ed interessati, non puoi che sorridere perché il loro atteggiamento positivo ti lascia ben sperare per il domani.

E non posso non pensare a mia figlia che, anche se non ha ancora compiuto 4 anni, vorrei avesse la stessa opportunità di mettersi in gioco ed esprimersi su questi temi quando andrà scuola. Proprio come hanno fatto questi bambini.

Incuriosita ho visitato anche l’esposizione dei 20 elaborati vincitori, scelti tra i 30 finalisti dalla Giuria di Qualità: fino a lunedì 8 ottobre sono rimasti esposti all’interno di FICO. L’ho trovata di grande ispirazione per la capacità di rendere l’idea di come le nuove generazioni immaginano e desiderano il proprio futuro e l’ambiente.

Qui sotto vi riporto solo alcuni dei lavori esposti.

La classe vincitrice di questa edizione è stata la Scuola Primaria Fedrigoni di Riva del Garda (TN) che ha realizzato un progetto davvero speciale: ha utilizzato i vuoti dei Barattolini Sammontana come contenitore di detersivi decisamente green.

Parlo di cenerina, pasta di cenere e saponata.

Sono tutti detergenti creati dal recupero della cenere e che possono essere usati per la pulizia dei piatti, delle stoviglie incrostate, dei vetri, ma anche dei sanitari o come detersivo per la lavatrice. Sono persino consigliati come pretrattante per togliere l’odore di sudore dai capi sintetici.

Voi li conoscete? Io ne avevo sentito parlare dalla mia nonna.

I Barattolini, una volta riempiti e decorati dai ragazzi, sono stati venduti ad un mercatino che organizza abitualmente l’Istituto. Il ricavato è stato interamente devoluto in beneficienza alla mensa dei poveri della città.

Ogni volta che ci penso mi vengono i brividi. Ecco un esempio chiaro e concreto di come insegnare, fin da piccoli, a prendersi cura delle persone, del territorio e dell’ambiente.

Un grandissimo applauso al lavoro delle insegnanti, dei ragazzi e delle famiglie che hanno reso possibile la realizzazione di questo progetto.

Ecco cosa mi sono portata a casa da questa giornata: una gran fiducia per le nuove generazioni, la scuola e un’azienda come Sammontana.

Ora mi è chiaro cosa hanno in comune. Una gran voglia di fare la differenza.

Post in collaborazione con Sammontana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il sito utilizza cookie tecnici propri e cookie di terze parti. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull'utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore . Cookie policy