Sagra: il condimento giusto per avere più gusto

Il primo appuntamento di una nuova avventura
23 maggio 2018
Il futuro dei nostri figli lo costruiamo da oggi – Mustela B Corp
11 giugno 2018

È arrivato il caldo. Inizia l’estate.

Così a casa mia si è aperta ufficialmente la stagione dell’insalata di riso, del pinzimonio, della caprese, delle bruschette, e tutto quello che è semplice e richiede una preparazione con pochi fornelli accesi.

Il bello di questa stagione, infatti, è quello di avere a disposizione una miriade di ingredienti freschi tra cui scegliere per soddisfare il proprio palato.

Eppure questo non mi basta. Non è sufficiente. Nella mia cucina non può mai mancare un ottimo olio extra vergine d’oliva, 100% italiano e di grande qualità. Ho scoperto da poco Sagra Bassa Acidità e voglio parlarvene per una serie di motivi.

Il primo è che è proprio buono e sul piatto fa la differenza.

È perfetto per ogni tipologia di cottura ma, a mio parere, a crudo è eccezionale: sarà il suo profumo, sarà che è estratto a freddo e realizzato solo con olive raccolte e frante in Italia, ma ne basta davvero poco per rendere appetitoso un pesce cotto alla griglia, la verdura o una semplice fettina di carne. A me ha conquistato così.

Poi è a Bassa Acidità. L’acidità è uno dei parametri, stabiliti per legge, che servono a classificare i vari oli di oliva. È un prezioso indicatore di come le olive siano state coltivate, raccolte e trattate.

Per intenderci: un’oliva franta dopo tre giorni fermenta e, di conseguenza, il livello di acidità aumenta. Un’oliva franta immediatamente dopo la raccolta, di solito entro 24 ore, darà invece un olio con acidità più bassa. Tanto minore è la percentuale di acido oleico, tanto superiore è la qualità dell’olio.

E l’olio Sagra, dal 1990, crede fortemente nel proprio accurato ed attento processo produttivo, tanto da ribadire con forza ancora oggi l’assioma: bassa acidità = alta qualità.

L’olio extra vergine d’oliva a “Bassa Acidità” prodotto da Sagra ha un’acidità massima naturale dello 0,3%, inferiore di circa due volte rispetto a quella massima consentita dalla normativa comunitaria (corrispondente allo 0,8%, cioè a 0,8 g per 100 g).

Un altro motivo per cui amo questo olio è che nasce da olive 100% italiane. E al palato si sente, eccome.

Insomma, se volete farvi un bel regalo, provatelo e poi fatemi sapere che ne pensate.

E come diceva la grande Virginia Woolf:

Uno non può pensare bene, amare bene, dormire bene, se non ha mangiato bene.

#oliosagra #ad #sagrailnostroolio #labassaaciditàèsagra

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il sito utilizza cookie tecnici propri e cookie di terze parti. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull'utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore . Cookie policy