Frozen Celebration Disneyland Paris
2020: l’anno di Frozen a Disneyland Paris
12 Settembre 2019
Geomag magicube
Giocare con la fantasia
11 Ottobre 2019

Quando sei incinta frequenti corsi preparto per arrivare preparata al grande giorno.

O almeno per credere di esserlo.

Che se sei informata su quello che potrebbe succedere ti convinci di aver la situazione sotto controllo. Di poter gestire tutto grazie alla tua smisurata dedizione, rigore e ferrea forza di volontà.

Se sei onesta pensi ci voglia anche fortuna, perché il parto comunque resta sempre un’incognita, ma se va bene quello poi l’amore per il tuo frugoletto farà tutto il resto.

Sarà una passeggiata, magari in salita, ma basta organizzarsi.

Almeno io pensavo così.

E questa convinzione di poter gestire tutto, perché “sono la mamma e chi meglio di me”, ci si ritorce presto contro facendoci sentire completamente inadeguate quando inciampiamo nelle prime difficoltà con nostro figlio.

Nel mio caso è stato così con la questione dell’allattamento e mi ricordo ancora molto bene quanto mi sia sentita impotente e insufficiente. Una cosa così naturale e per me così difficile. Non vi dico i pianti. E non parlo di quelli di mia figlia.

Così come chi si trova a dover far fronte alle coliche.

Alcune di voi mi hanno anche scritto in passato per chiedermi consigli e suggerimenti. Era chiaro che non sapevate più che pesci pigliare.

Quella apprensione mista a stanchezza e stress mi sono sembrate subito familiari.

Comunque mia figlia, almeno da queste seccature gassose, è stata risparmiata.

Eppure le coliche sono uno dei disturbi più comuni quando hai un bimbo piccolo.

Si manifestano con periodi ricorrenti e prolungati di pianto inconsolabile, nervosismo o irritabilità. All’improvviso il bambino comincia ad agitarsi, a stringere i pugni, a strillare. Flette le gambe sull’addome, inarca la schiena, il viso è arrossato, soffre di meteorismo.

E tutto questo, di regola, nel tardo pomeriggio e alla sera.

Generalmente quando sei talmente stanca e frustrata, dopo averle provate tutte, da pregare l’Altissimo perché si metta la mano sulla coscienza e ti aiuti.

Insomma invochi il miracolo perché tanto, se non riesci tu, figuriamoci tuo marito (le neomamme dovrebbero scrivere manuali su “come incrinare i rapporti con il coniuge”. Ne diventiamo quasi tutte massime esperte da puerpere. E forse un motivo ci sarà).

In realtà le coliche sono spesso manifestazioni fisiologiche legate all’immaturità dell’apparato digerente che non è ancora in grado di svolgere alla perfezione la propria funzione.

Solo il tempo è la “bacchetta magica” per risolvere questo problema perché, generalmente, dopo qualche tempo, cessano da sole.

Nel frattempo, oltre a ripeterti come un mantra che non è colpa tua e non sarà per sempre così, puoi chiedere il supporto del pediatra anche per avere maggiori informazioni nutrizionali su come affrontare questa problematica.

Sì perché se la nutrizione riveste un ruolo cruciale per la crescita, lo sviluppo e la salute futura del bambino, in casi come questo può rappresentare valido contributo.

Mellin, ad esempio, ha una linea completa di alimenti a fini medici speciali da utilizzare esclusivamente sotto controllo del pediatra, tra cui una formulazione specifica per la gestione dietetica delle coliche: Mellin Pantolac.

E se tuo figlio è sereno, lo sei anche tu…e, forse, potete dormire un’ora in più.


#Mellin #sponsorizzatodamellin #mymellinblog #generazionipiusane


1 Comment

  1. Valentina ha detto:

    È stato un incubo mia figlia per i primi tre mesi, non ne potevamo più. Fortunatamente è un lontano ricordo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il sito utilizza cookie tecnici propri e cookie di terze parti. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull'utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore . Cookie policy