Philips Lumea Essential: un alleato contro i peli superflui

Acquista e vinci: premi sicuri
20 Settembre 2016
Eccoti qua! di Mirjana Farkas – Orecchio Acerbo Editore
30 Settembre 2016

1a-lumeaSono in lotta contro i peli superflui da sempre. Da che ne ho memoria, per me, è una battaglia che va a braccetto insieme a quella contro i chili di troppo e i capelli crespi. Insomma, una faticaccia. Penso che qualcuna di voi possa capirmi.

Dal momento che odio anche il dolore, di cerette ne ho fatte poche nella mia vita (solo dall’estetista) e usare un epilatore elettrico, con la sua testina di pinzette rotanti, proprio non fa per me (lo uso in pochissimi punti del mio corpo). Ho scoperto che la crema depilatoria, oltre a non garantirmi dei risultati soddisfacenti, non fa altro che irritarmi la pelle: la mia è molto delicata, bianca bianca, e facilmente arrossabile. In queste condizioni, confesso di aver abusato della lametta più volte. Durante la gravidanza, poi, usavo solo quella perché ero diventata ipersensibile a tutto. Mi disturbava lo sfregamento dell’asciugamano dopo la doccia, figuriamoci se mi cospargevo di cera calda.

Il problema della lametta, però, lo conosciamo tutte: lì per lì la pelle è liscia come il petalo di una rosa, il giorno dopo come la carta vetrata. E questo mi ha sempre dato un grandissimo fastidio. Tanto lavoro di cura e cesello sparito nell’arco di una sola notte. Un’ingiustizia infinita. Se bruciassi le calorie tanto quanto sono veloci i miei bulbi piliferi nella loro ricrescita, assomiglierei a Kate Moss. E ora non sarei qui a parlare con voi.

E’ per tutte queste ragioni che ho deciso di provare Philips Lumea Essential.5

Un dispositivo che utilizza la tecnologia della luce pulsata (IPL: Intense Pulsed Light) per inibire la ricrescita dei peli. Diversi anni fa veniva usata solo nei centri estetici ma Philips, in stretta collaborazione con i migliori esperti in campo dermatologico, ha creato un apparecchio semplice, efficace e sicuro per l’utilizzo in casa. Non aspettavo altro.

Prima di raccontarvi la mia esperienza, tengo a specificare che Philips Lumea Essential NON può essere utilizzato da tutti: non è efficace sui peli di colore rosso, biondo chiaro e grigio. Non è adatto a chi ha la pelle scura e non può essere utilizzato in gravidanza o se allattate. Se avete altri problemi di salute (ad esempio assumete abitualmente farmaci, avete subito un intervento o siete soggetti a reazioni epilettiche) inoltre, sempre meglio consultare il vostro medico prima di decidervi nell’acquisto.6

La prima volta che l’ho usato ho fatto un test cutaneo su una coscia. Il giorno successivo, appurato di non aver avuto reazioni della pelle, ho iniziato il trattamento vero e proprio.

Primo step: rasatura della pelle e pulizia. Ho usato la lametta e poi ho asciugato la pelle per bene.

Secondo step: preparazione ed utilizzo del dispositivo. Ho pulito con un panno asciutto la finestrella di emissione della luce. Ho acceso Lumea e selezionato l’intensità luminosa adatta al mio tipo di pelle (nel mio caso 4 o 5 perchè sono bianchissima).4L’ho appoggiato sulla zona da trattare assicurandomi il contatto con la pelle di tutta la finestrella di emissione del flash.3 Quando la spia si è accesa di verde, ho iniziato il trattamento.

All’inizio mi sono sentita un po’ come se avessi in mano il Neuralyzer di Men in Black ma poi ci ho fatto presto l’abitudine. La cosa intelligente è che Lumea ha un dispositivo di sicurezza che lo blocca quando non è a contatto con la pelle. Quindi nessun imprevisto.

Bisogna esser brave e prendere un po’ di manualità nel far scorrere Lumea sulla pelle, applicando i flash in punti vicini tra loro: è importante trattare ogni zona una sola volta perché insistere non aumenta l’efficacia del trattamento ma solo il rischio di reazioni cutanee.

Terzo step: portare pazienza. Philips consiglia di usare Lumea, per i primi 4-5 trattamenti, una volta ogni due settimane per essere certi di colpire tutti i peli: la tecnologia della luce pulsata è efficace solo quando sono in fase di crescita e, ovviamente, non lo sono mai tutti nello stesso momento. Figuriamoci se i peli ci fanno questo piacere.

I ritocchi poi possono essere fatti in tempi differenti, in base alla velocità di ricrescita dei peli, nelle diverse zone del corpo.

Tutto qua.2

Conclusioni personali: dopo il primo trattamento non ho notato una diminuzione significativa dei peli, però sono ricresciuti più morbidi. Dopo il secondo e terzo trattamento, a distanza di 2 settimane l’uno dall’altro, finalmente una leggera diminuzione della peluria. Grazie alle applicazioni successive, ho continuato il trend di disboscamento. Ancora sono lontana dall’avere “una pelle liscia come seta per settimane” ma i risultati, con i loro tempi, stanno arrivando.

Philips Lumea Essential non è una bacchetta magica. Occorrono tempo, pazienza e perseveranza per iniziare ad apprezzare il suo lavoro. E’ da anni che combatto contro i bulbi piliferi, figuriamoci se demordo ora che ho un alleato che mi incoraggia.

Il prezzo è alto ma se conto la spesa delle cerette dall’estetista, la comodità del fare tutto da casa e quando lo decido io, non esito a pensare di aver fatto un’ottima scelta. Lo consiglio a chi cerca, senza fretta, risultati a lungo termine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il sito utilizza cookie tecnici propri e cookie di terze parti. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull'utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore . Cookie policy