Philips Avent My Grippy: la tazza per imparare a bere senza bagnarsi!

Bimbi più sicuri con BebèCare
8 Novembre 2018
Riciclo di classe: il concorso per le scuole primarie
21 Novembre 2018

Ricordo ancora quando mia figlia ha iniziato a bere l’acqua tutta da sola.

In quel frangente mi si poteva leggere in viso l’emozione: quella compiaciuta ed orgogliosa per l’importante conquista di autonomia. E allora, mentre avevo ancora il sorriso stampato in volto, nella mia testa ho sentito suonare un campanello d’allarme.

Una sensazione che mi metteva in guardia sul fatto che con la stessa velocità con cui aveva imparato a bere così, da un giorno all’altro, sarebbe diventata grande. E non mi avrebbe più chiesto di aiutarla o fatto domande per sapere “come si fa”. Che non mi sarebbe stata più vicina come adesso perché, in un batter di ciglia, sarebbe diventata adulta e indipendente.

Questa riflessione malinconica è durata circa 5 secondi perché poi son dovuta andare a cambiarle i vestiti zuppi e a recuperare lo straccio per pulire il pavimento. E il pensiero che avevo fatto poco prima è andato a nascondersi nella cesta dei panni da lavare.

È stato così che ho scoperto l’importanza della tazza con la valvola antigoccia. Di una grandissima comodità…una volta trovato il modello adatto a lei!

Sì perché ce ne sono di tantissimi tipi diversi in commercio e, nel nostro caso, non è stato subito facile trovare quella più adatta. Una volta provata quella di Philips Avent, però, tutto è andato per il verso giusto e non abbiamo dovuto cercare altro.

Era accaduta la stessa cosa anche per la scelta del suo succhietto.

Così ho accettato molto volentieri di collaborare con Philips Avent per far testare la nuovissima tazza con beccuccio My Grippy alla figlia della mia amica Giada.

Qualche mese fa, se vi ricordate, aveva già provato i ciucci Philips Avent Ultra Air: trovate il post QUI.

Dopo diverse settimane di utilizzo vi riporto la sua opinione.

Premetto che la sua adorabile bimba ora ha 18 mesi ed è già abituata a bere da una tazza con valvola antigoccia, soprattutto la notte o quando è fuori casa.

È una questione di comodità. Anche per la mamma.

La piccola ha accettato da subito di buon grado il “cambio tazza”, anzi, le è piaciuta così tanto che fosse rosa e gialla, da mostrarla con vanto a chi le era vicino.

Eravamo al parco quando gliel’ho data la prima volta e, tutta felice, è andata a mostrarla ai suoi amichetti, alle loro mamme, ai nonni…

Ha indubbiamente fatto breccia esteticamente ma anche per tanti altri motivi.

1) La tazza è capiente (300 ml), ha il coperchio e aiuta a bere senza sgocciolare.

Difatti l’esclusiva valvola antigoccia garantisce che il liquido fluisca soltanto quando il bimbo succhia.

Citando Giada:

Di notte mia figlia beve spesso e mi è capitato diverse volte di dovermi alzare per riempiere nuovamente la sua tazza. Con questa, invece, sono tranquilla. Inoltre può bere in modo autonomo, senza il timore di rovesciarsi l’acqua addosso o che la tazza, abbandonata fra le lenzuola, possa bagnare tutto. La valvola funziona!

E posso testimoniare, dato che ho visto sua figlia usare My Grippy come uno shaker, che effettivamente è così.

2) Non ha i manici ma una forma ergonomica ed è in materiale antiscivolo.

La mia amica, molto attenta, ha notato che sua figlia tiene benissimo la tazza anche con una mano sola perché si sente sicura della presa.

Poi aggiunge:

Un giorno mi ha fatto capire che lei beve come noi grandi ormai! Che tenerezza. Penso che il fatto di non tenerla dai manici la faccia sentire un po’ come quando vede me e suo papà bere da una bottiglietta dell’acqua.

3) Il beccuccio a prova di morsi.

My Grippy ha un beccuccio pensato ad hoc per i bimbi alle prese coi loro primi dentini ed è possibile sceglierlo in silicone morbido o duro.

La figlia di Giada ha provato quello rigido e si è trovata bene sin da subito anche per come è posizionato:

Ho apprezzato che il beccuccio non sia al centro ma spostato verso il bordo così, per bere, non è necessario che il bimbo inclini la testa molto indietro. Poi non si rovina nemmeno se addentato con forza. Resistere ai morsi di mia figlia non è scontato…lo sai quanto spesso devo cambiargli il ciuccio ultimamente?!?

4) È facile da montare e da pulire.

La tazza Philips Avent My Grippy è costituita da poche parti, per un semplice assemblaggio, e tutte le sue componenti sono comodamente lavabili in lavastoviglie.

Dice Giada:

Io sono impedita su queste cose. Ecco, se sono capace di montare, smontare e rimontare correttamente tutto io, soprattutto la valvola, allora chiunque può farlo…ad occhi chiusi!

Credo che la mia amica sia stata molto chiara.

Tengo ad aggiungere solo un paio di dettagli importanti: come tutte le altre tazze Philips Avent (e ciucci, etc. etc.), anche My Grippy è realizzata con materiali di alta qualità che non contengono BPA (0% BPA). Altra info importante è che non è adatta a bevande calde o gassate.

Sotto vi lascio i link di Amazon dove potete acquistarla: trovate sia la versione con beccuccio rigido (verde o rosa, come quella che ha provato la figlia di Giada) che quelle con beccuccio morbido (dalla bottiglietta blu o viola).

Se la provate, o l’avete già in casa, fatemi sapere che ne pensate: può essere di aiuto ad altri genitori!

Post in collaborazione con Philips Avent

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il sito utilizza cookie tecnici propri e cookie di terze parti. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull'utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore . Cookie policy