Le credenze sulla gravidanza
8 Giugno 2016
Giocando si cresce
16 Giugno 2016

2_UOMO DA FAVOLA

Nella bacheca Facebook di una mia amica ho trovato un post, di un autore non precisato, che voglio riportarvi per integrale.

E’ il dialogo fra due uomini. Leggete qui:

Un mio amico viene da me a prendere il caffè, ci sediamo e chiacchieriamo, parlando della vita…

“Vado un attimo a lavare i piatti rimasti nel lavabo”, gli dico.
Lui mi guarda come se gli avessi detto che sto per costruire un’astronave.

Mi dice ammirandomi, ma anche un po’ perplesso:
“Buon per te che aiuti tua moglie, quando lo faccio io, mia moglie non lo apprezza. Ho lavato in terra l’altra settimana, neanche un grazie.”

Sono tornato a sedermi con lui e gli ho spiegato che io non aiuto mia moglie.

Come regola, mia moglie non ha bisogno di aiuto, ha bisogno di un socio.

Io sono un socio in casa e per via di questa società vengono divise le mansioni ma di certo non si tratta di un supporto nella casa.

Io non aiuto mia moglie a pulire casa, perché ci abito anch’io e bisogna che pulisca anch’io.

Io non aiuto mia moglie a cucinare, perché anch’io voglio mangiare e bisogna che cucini anch’io.

Io non aiuto mia moglie a lavare i piatti dopo cena, perché ho usato questi piatti anch’io.

Io non aiuto mia moglie con i figli, perché sono anche figli miei ed è il mio ruolo essere padre e genitore.

Io non aiuto mia moglie a stendere o piegare i panni, perché sono anche vestiti miei e dei miei figli.

Io non sono un aiuto in casa, sono parte della casa.

E per quanto riguarda l’apprezzare, gli ho chiesto quando è stata l’ultima volta che, dopo che lei ha finito di pulire casa / fare il bucato / cambiare lenzuola ai letti / fare la doccia ai figli / cucinare / organizzare etc. le ha detto grazie.

Ma un grazie del tipo: wow!!! Moglie mia! Sei fantastica!!!.

Ti sembra assurdo?. Ti sembra strano?.

Quando tu, una volta al secolo hai pulito per terra, ti aspettavi come minimo un premio d’eccellenza con tanto di gloria e pubbliche relazioni…Perché?. Ci hai mai pensato, amico?.

Forse perché per te è scontato che tutto ciò sia compito suo?.

Forse ti sei abituato che tutto questo viene fatto senza che tu debba alzare un dito?.

Allora apprezza come vorresti essere apprezzato tu, nella stessa maniera e intensità.

Porgi una mano, comportati da vero compagno, non come un ospite che viene solo a mangiare, dormire, lavarsi…

Sentiti a casa, a casa tua.

E’ un discorso che non fa una piega ma quanti uomini, in casa vostra, lo fanno?.

Io mi ritengo molto fortunata, ho da sempre un marito “socio” e questo rende tutto più semplice: dove non arriva l’uno, arriva l’altro. Alcuni compiti ce li siamo divisi in base a quello che siamo capaci di far meglio: ad esempio io stiro, è vero, ma lui stende i panni volentieri, li raccoglie e piega quelli che vanno direttamente nei cassetti. E così vale per tutto il resto.

Rispetto ad un tempo credo che le coppie giovani abbiano una mentalità molto più aperta o, almeno, questa è la mia percezione.

Credo che i genitori, soprattutto di maschietti, abbiano una grande responsabilità nell’educare i propri figli su questo aspetto. Tutto grazie all’esempio. E torna così anche il discorso della parità di genere e del rispetto delle donne.

E poi volete mettere, alla fine di una giornata faticosa, il gusto di dibattere su quanti cucchiaini di detersivo mettere nella lavastoglie?. O su quale prodotto è meglio usare per cancellare una riga dal muro?. Questa è complicità, questa è la vita…altro che scarpette di cristallo.

La vera vita da favola non è quella di Cenerentola con un principe senza macchia ma, e ne sono sempre stata convinta, è quella trascorsa con un uomo che le macchie se le toglie da solo. Se ha lo smacchiatore in mano è vero amore, statene certe. Sveglia ragazze!.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il sito utilizza cookie tecnici propri e cookie di terze parti. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull'utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore . Cookie policy