Le scuse dei bambini per non fare quello che dovrebbero fare

Si è spezzata la banana! Ed altre tragedie consumate in cucina.
Si è spezzata la banana! Ed altre tragedie consumate in cucina.
1 Aprile 2019
Le scuse dei bambini per non fare quello che dovrebbero fare

Sono arrivata alla conclusione che avere almeno un figlio in giro per casa sia un eccezionale antidepressivo naturale.

Sì, perché da quando iniziano a parlare, le chicche che escono dalla loro innocente boccuccia sono esilaranti, soprattutto se si tratta di evitare di rimettere in ordine, fare i compiti o finire di mangiare tutta la verdura nel piatto.

E dal momento che, confrontandomi con tanti genitori, ho l’opportunità di “sentirne delle belle”, ho deciso di metterle nero su bianco in questo post.

————————————————————————————-

Alcuni, alla richiesta di mettere tutto in ordine, si son sentiti rispondere dal figlio:

Sono piccolo, vuoi che mi faccio male?”;

Ho le manine piccole io, come faccio a raccogliere così tante cose?”;

Mamma lo farei ma ho le due mani occupate, vedi?”;

Non posso mettere a posto i giochi…sono troppo lento!“.

E quale genitore non si è mai sentito dire il classico:

Non posso raccogliere i giochi, sono stanco…faccio troppa fatica!

Che se osi ribattere: “Perché, io no?”

La risposta è chiara: “Ma no! Te sei una mamma!

Ah, ecco.

————————————————————————————-

Poi ci sono le risposte che mettono in luce evidenti problemi medici:

Non posso perché le mie ossa non funzionano”;

Mamma, metti a posto tu. A me fa male la pancia”;

Non ce la faccio perché mi fa male la schiena”;

No mamma, fallo tu, a me si gira il piede”;

Io non riesco nemmeno a camminare perché mi fanno malissimo le guance”;

Mamma, io sudo!”.

Fino al più estremo:

Mamma, non mi sgridare, sono celiaco!”.

————————————————————————————-

L’impegnato: “Mamma, non mi disturbare, devo andare da un cliente. Adesso proprio non posso”.

L’evasivo: “Mamma, devo andare in bagno che mi scappa da morire…fai tu!”.

L’altruista: “Mamma non posso raccogliere io tutti i giochi…e poi la mia sorella che fa? Niente?”.

E il vittimista: “Ma devo sempre fare tutto io in questa casa?”.

————————————————————————————-

Vogliamo poi parlare della scuola?

Ah, mamma, la maestra ieri mi ha detto di avvisarti che l’asilo oggi sarà chiuso”;

Oggi è sciopero e non si va a scuola! Le maestre non te l’hanno detto perché si son dimenticate!”.

Come no.

Il melodrammatico, buttandosi a terra: “Mamma, vedi? Oggi non posso proprio uscire di casa…non riesco a camminare!”.

Il fan di Giuliacci: “Mamma, oggi non possiamo andare a scuola, non vedi che piove?

In cerca urgente di una segretaria: “Mamma mi prepari lo zaino? Io ho anche fatto i compiti e, per tua informazione, sono stanca morta!

————————————————————————————-

Ce ne sarebbero tantissime altre da raccontare.

A mio parere, comunque, tutte riassumibili in questa spiazzante considerazione:

Mamma, non posso essere sempre ubbidiente, sennò tu che fai nella vita?

————————————————————————————-

E da voi? Quali sono le scuse più gettonate dai vostri figli?

————————————————————————————-

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il sito utilizza cookie tecnici propri e cookie di terze parti. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull'utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore . Cookie policy