Latte crescita e latte vaccino: attenzione alle differenze

Happy Cute Surprise Bag: un’idea regalo originale e kawaii
8 ottobre 2018

Una volta spenta la prima candelina della mia piccola, puntuale come le bollette, è arrivata la domanda:

“Ma ormai è grande! Beve ancora quel latte lì? Mangia già tutto (e già qui avrei qualcosa da ridire…)! Perché non le dai il latte fresco? Ci crescono i vitelli, figurati se non va bene! Ai miei tempi…”

E vi risparmio la storia su come le mamme di una volta erano meglio di quelle di oggi. Su come abbiano cresciuto generazioni di ragazzi belli, forti, sani e capaci di costruirsi un futuro con le loro mani.

E tutto grazie a quel latte di mucca, eh, sia chiaro.

In questi casi non importa citare l’OMS, né il parere del proprio pediatra. In queste situazioni ho imparato a sfoggiare il mio più bel sorriso, annuire e fingermi in ritardo ad un appuntamento importante.

Non so se per voi è lo stesso ma, soprattutto da quando sono mamma, il tempo e la serenità della mia famiglia sono diventati così importanti da farmi scivolare di dosso ogni consiglio non richiesto, critica gratuita e sguardo di disapprovazione. E il bello è che non faccio cose strane. Vi assicuro che mi comporto al meglio delle mie possibilità e, quando non so che fare, seguo il mio istinto materno. Come credo facciano tutte le mamme.

Tipo che quando la mia bimba era piccola piccola e la tenevo in braccio mi dicevano che sbagliavo perché così la viziavo. Che era importante che imparasse a star da sola e piangere un po’. A 1, 2, 3 mesi, ma anche oltre.

Un’ignoranza cosmica.

E lo stesso discorso vale per il latte.

Ogni volta lo ripeto: il latte materno è l’unica fonte di nutrimento perfetta per il neonato. Tanto che l’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda l’allattamento al seno esclusivo per almeno i primi 6 mesi di vita del bambino e, comunque, il più a lungo possibile. Secondo il desiderio di mamma e figlio.

E questo perché garantisce tutti i nutrienti nella giusta proporzione e secondo le esigenze del piccolo.

Poi dal 6° mese inizia lo svezzamento perché il suo fabbisogno aumenta e il latte della mamma, da solo, non è più sufficiente.

Una volta che mia figlia ha compiuto il primo anno, dal momento che non riuscivo più ad allattarla personalmente, ho seguito i consigli della mia pediatra ed ho iniziato ad usare il latte di crescita.

Mi ha spiegato che il latte vaccino non è da considerarsi adeguato per soddisfare le esigenze di sviluppo fisico e neurologico di un bimbo piccolo.

Se ci pensate, il latte vaccino è nato per rispondere alla crescita del vitellino, non per i nostri figli: difatti ha un contenuto di proteine triplo rispetto al latte materno ed è povero di ferro e vitamina D.

Il latte vaccino è sconsigliato prima dei 12 mesi. Chi è ancora più prudente suggerisce di rimandarne l’assunzione dopo i 36 mesi.

Le conseguenze di un’introduzione precoce del latte vaccino potrebbero essere quelle di uno sbilanciamento della dieta del bambino ed il pericolo di incorrere in carenze o eccessi, ancora oggi troppo comuni, che potrebbero influenzare le sue scelte alimentari future.

Un latte specifico per l’infanzia, al contrario, accompagna il bambino nelle varie fasi della sua vita: Mellin presenta una gamma di Latti Crescita molto varia, tanto da andare incontro alle più differenti esigenze.

Il Latte Crescita 3 è realizzato pensando ai bisogni dei bambini dal 12° mese di vita in poi. L’aggiunta di ferro contribuisce al normale sviluppo cognitivo. Ogni tazza di latte da 250 ml apporta circa il 40% di ferro dell’assunzione raccomandata giornaliera (riferimento LARN 2014).

Il Latte Crescita 3 Con Fibre è un latte formulato che garantisce tutti i benefici del Latte Crescita ed aiuta ad integrare la dieta con fibre, ferro, calcio e vitamina D. Ogni tazza da 250 ml apporta circa il 30% di fibre dell’assunzione adeguata giornaliera. (LARN 2014: Assunzione adeguata giornaliera per un bambino di 2 anni)

Leggete QUI per sapere che ne penso.

Infine il Latte Crescita 4 è pensato per i bambini che vanno dai 2 a i 3 anni: è arricchito di calcio e vitamina D, importanti per il sano sviluppo di denti ed ossa.

Aggiungo che tutti i Latti Crescita Mellin sono realizzati seguendo l’esclusivo programma PRECINUTRI®che si pone come obiettivo la PRECIsione NUTRIzionale ed è il frutto di un prezioso lavoro di ricerca.

Ai saccenti che dispensano critiche lascio in tasca la loro verità. Non mi interessa.

Ecco perché non mi stancherò mai di dire che è fondamentale informarsi e confrontarsi sempre con il proprio pediatra.

#Mellin #sponsorizzatodamellin #generazionipiusane #mymellinblog #mellinlattecrescita

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il sito utilizza cookie tecnici propri e cookie di terze parti. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull'utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore . Cookie policy