La poesia 10 agosto: Giovanni Pascoli feat. buongiornomamma.it

Credo che le donne siano pazze…(da una riflessione di William Golding)
10 Aprile 2017
Lettera di un (anziano) padre al figlio
22 Aprile 2018

San Lorenzo, io lo so perché tanto
di stelle per l’aria tranquilla
arde e cade, perché si gran pianto
nel concavo cielo sfavilla.

Ritornava un bimbo in ferie:
la fila in auto: il peluche gigante dell’Autogrill:
la rustichella per merenda:
il cono vegano caduto a terra.

Ora è là, come in croce, che tende
entrambe le mani a quel gelato squagliato;
e il suo hotel è nel sole, che attende,
con gli animatori e la baby dance come un miraggio ancora lontano.

Anche la sua mamma viaggia con lui:
è già stressata: la fronte imperlata: le cosce irritate;
e resta nei suoi aperti occhi un grido:
ha bisogno di una spa e di un marito che la abbandoni là.

Proprio là, nella reception,
li aspettano, aspettano in vano:
perché la loro auto è immobile, in coda, bollente
la fila infinita, quella meta un luogo ancora lontano.

E tu, Cielo, dall’alto dei mondi
sereni, infinito, immortale,
oh!, d’un pianto di stelle lo innondi
questa famiglia che le ferie a Ferragosto si piglia!

 

Vi è piaciuta? Si fa per ridere, eh!?!!

E che ogni vostro desiderio possa incontrare una stella cadente in queste notti! 🙂

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il sito utilizza cookie tecnici propri e cookie di terze parti. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull'utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore . Cookie policy