Block notes anticoncezionale
15 Aprile 2016
L’ora del riposino
19 Aprile 2016

mamma patinataSfoglio una rivista. Mi ritrovo davanti ad una pubblicità con una mamma che, di notte, è sveglia e culla il suo bebè per farlo addormentare. Gli sorride. Brava. Lui pare ancora bello sveglio, ci sarà da fare. Guardo meglio. E’ truccata, ha uno chignon, orecchini, collier e bracciale. Forse è di ritorno dalla festa di matrimonio di una sua amica ed ha avuto solo il tempo di mettersi la camicia da notte.
Una scivolata sottoveste di seta blu, a dir la verità. Però sembra tutto fuorché stanca. Forse la funzione è iniziata nel tardo pomeriggio e il ricevimento non è andato per le lunghe. Strano. Oppure è stata invitata solo al taglio della torta ed ha fatto un salto alla festa per fare gli auguri agli sposi. Mah. Più la fatica a mettersi in ghingheri che il tempo passato fuori.

Dove si trova fa sicuramente caldo perché anche il bimbo è in braghe corte e lei è abbronzata. Forse sono in ferie o ci sono stati da poco. Chissà. Di sicuro è passata dall’estetista perché ha sopracciglia ben definite, braccia depilate ed unghie con la french perfette. E’ davvero giovane e bella. E poi non ha un etto fuori posto. Complimenti. Il bimbo ha pochi mesi, si vede, e lei è stata davvero brava a tornare in forma così velocemente. Da ammirare. D’altronde si dice che più si fanno i figli da giovani e più è facile che il corpo torni come prima. Si dice. Fra tanti gioielli non vedo la fede. Non è sposata. Magari convive. Comunque è palese che nella vita non ha stirato ancora tante camicie. Che fortuna.

Alzo la testa, è tardi, ho appena addormentato Anna. Mi vedo riflessa allo specchio. Indosso un pigiamone con fantasia a fiori, a maniche e calzoni lunghi, verde acqua. Non potete immaginare quanto è caldo e comodo. Quando la notte devo uscire dal letto, per andare dalla bimba, il tepore non mi abbandona e questo lo rende, per me, perfetto. Sono bianca bianca e le occhiaie un po’ si vedono. Almeno sono struccata. Non parliamo dei capelli. Arruffati e raccolti con un elastico alla bell’e meglio. Penso di assomigliare di più a Marzullo che alla mamma della foto. Accidenti. Prima di dormire mi devo ricordare la crema al viso e alle mani. Uffa, me le sono lavate un bel po’ di volte ma ancora le righe dei pennarelli non sono andate via. D’altronde abbiamo colorato tantissimo oggi pomeriggio. Ma guarda, ho ancora un adesivo di Paperino sulla ciabatta. Cosa ci fai tu qui?!. Ero convinta di essermeli staccati tutti di dosso. In effetti stasera si è divertita ad etichettare anche la fronte del babbo…quando si gioca vale tutto. Poi sono contenta anche perché oggi mi ha dato soddisfazione nel mangiare. Io poi le sono d’esempio. Mangio tutto. Sì, però devo tenere a mente che lo svezzamento è il suo, non il mio. Sono più nel mood “prova del cuoco” che prova costume…vabbe’…ci penserò.

Tirando le somme, cara mamma della pubblicità, credo di essermi divertita più io oggi, sai?.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il sito utilizza cookie tecnici propri e cookie di terze parti. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull'utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore . Cookie policy