Il primo viaggio inizia in cucina

I figli invecchiano…te
11 ottobre 2018
Scuola, ambiente e gelato: la premiazione delle scuole vincitrici della 2° edizione di Scuola Missione Green Sammontana
25 ottobre 2018

Barcellona. Anno terzo A.F.

(Avanti Figlia…perché era ancora solo nei nostri sogni).

Io e mio marito ci aggiriamo per le strade della città, felici ma affamati. Era arrivato il momento di fare una sosta per mettere qualcosa sotto i denti.

Così decidiamo di fermarci in un ristorantino delizioso, lontano dal traffico, e che ci permette di pranzare all’aperto.

Non chiedetemi il perché ma, dopo giorni di ottima cucina catalana, abbiamo ceduto alle lasagne con ragù alla bolognese presenti sul menù.

E abbiamo fatto male. Me le ricordo ancora.

Non ci assomigliavano nemmeno per sbaglio. E vi dico la verità: mi ha dato parecchio fastidio spacciassero quel piatto per italiano. Mi sono sentita quasi offesa.

Poi le fake lasagne le ho finite perché, dalla fame, mi sarei mangiata pure il tavolo…ma questo è un altro discorso.

È inutile.

Noi italiani abbiamo l’enorme fortuna di essere cresciuti in un paese dove il cibo e le tradizioni culinarie sono qualcosa di serio.

Dove si impara fin da piccoli a riconoscere ciò che è buono e di qualità. Almeno per me è stato così.

Da Nord a Sud, ogni regione porta con sé un universo di sapori e ingredienti che il mondo intero ci invidia. Perché se c’è una cosa che sappiamo far davvero bene è cucinare valorizzando al meglio le ottime materie prime di cui disponiamo.

E sono felice di trasmettere a mia figlia l’amore per il gusto, quello genuino, sinonimo di qualità e buona tradizione. Adatto alle sue esigenze.

Sono del parere che l’alimentazione sia una delle scelte più importanti e delicate che un genitore possa fare per il proprio figlio (ma anche per noi stessi, eh!): perché quello che mangiamo svela chi siamo ed incide tantissimo sulla qualità della nostra vita.

Rifacendomi al celebre gastronomo francese Savarin, basta dire ciò che mangi per far capire chi sei. Possiamo scomodare anche il filosofo tedesco Ludwig Feuerbach che, più o meno nello stesso periodo, sentenziava che l’uomo è ciò che mangia.

Che tutte le volte che leggo questa frase ringrazio tutti i cappelletti in brodo, la piadina e i passatelli che ho mangiato per farmi sentire così radicata alla mia terra e ricordarmi chi sono.

E voglio che lo stesso sia per mia figlia. Credo che solo così, una volta cresciuta, sarà curiosa ed aperta ad assaggiare anche gusti molto lontani dai suoi.

È indiscusso che uno dei momenti cruciali della vita di un bambino e tappa fondamentale del suo percorso di crescita, sia il passaggio dall’alimentazione a base di latte alla scoperta del gusto.

È l’inizio di un nuovo e grande viaggio, da fare con consapevolezza, curiosità, conoscenza e alla ricerca del meglio.

I dubbi però son sempre tanti per noi genitori, uno fra tutti: “È quello di cui, ora, il mio bimbo ha bisogno?”

Io me lo chiedevo spesso.

Ed è per tutte queste ragioni che sono davvero curiosa di scoprire cosa ha in serbo per noi Mellin che presto presenterà una novità che ha a che fare con il viaggio e l’eccellenza, in tutte le sue declinazioni.

Partendo dalla qualità delle materie prime italiane, fino al prodotto finito e al gusto.

Mantenendo sempre alta l’attenzione ai bisogni nutrizionali e di crescita dei bambini e al rispetto per l’ambiente. Un aspetto a cui tengo sempre molto, perché saranno proprio i nostri bimbi gli adulti di domani.

E quale genitore non desidera vivano in un pianeta sano e bello, proprio come loro?

Insomma, non vedo l’ora di saperne di più.

Prometto di scrivere un post non appena avrò maggiori informazioni in mano…e magari anche sotto i denti!

A presto!

 

#Mellin #mymellinblog #sponsorizzatodamellin #generazionipiusane #mellinviaggioditalia #mellinbio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il sito utilizza cookie tecnici propri e cookie di terze parti. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull'utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore . Cookie policy