I figli sono come gli aquiloni – Erma Bombeck

L’ululato della partoriente
24 giugno 2016
Il bon ton dei bambini a tavola
28 giugno 2016

8aquiloniQuesto lunedì, per iniziare con il piede giusto l’ultima settimana di giugno, vi propongo la poesia dell’umorista  e scrittrice statunitense Erma Bombeck. Un gioiellino. Sentite qua.

I figli sono come gli aquiloni,
passi la vita a cercare di farli alzare da terra.
Corri e corri con loro
fino a restare tutti e due senza fiato…
Come gli aquiloni, essi finiscono a terra…
e tu rappezzi e conforti, aggiusti e insegni.
Li vedi sollevarsi nel vento e li rassicuri
che presto impareranno a volare.
Infine sono in aria:
gli ci vuole più spago e tu seguiti a darne.
E a ogni metro di corda
che sfugge dalla tua mano
il cuore ti si riempie di gioia
e di tristezza insieme.

Giorno dopo giorno
l’aquilone si allontana sempre più
e tu senti che non passerà molto tempo
prima che quella bella creatura
spezzi il filo che vi unisce e si innalzi,
come è giusto che sia, libera e sola.

Allora soltanto saprai
di avere assolto il tuo compito.

Ecco. Ho scoperto di avere un aquilone bellissimo e nuovo fiammante. Ora sta dormendo nel suo lettino e, per mia fortuna, il suo filo è ancora corto corto. Adesso mi godo la sua messa a punto. Voglio farlo volare in un cielo assolato e senza nuvole. Non sempre sarà facile: non riesco nemmeno a darmi lo smalto senza sbavature!. Eppure sono certa che insieme ce la faremo. Il babbo ha comprato un rocchetto di spago lunghissimo. Il tempo è dalla nostra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Error: Access Token is not valid or has expired. Feed will not update.
This error message is only visible to WordPress admins

There's an issue with the Instagram Access Token that you are using. Please obtain a new Access Token on the plugin's Settings page.
If you continue to have an issue with your Access Token then please see this FAQ for more information.