Sono fortunata come Jessica Biel…e tu?

Mammology…ne fai parte anche tu?
27 febbraio 2017
In piedi, Signori, davanti a una Donna! – 8 marzo 2017
8 marzo 2017

Stavo scorrendo i post su Facebook e mi sono fermata per leggere questo:

«Mi fai ridere, mi fai sorridere, mi fai amare, mi fai desiderare di essere un uomo migliore. A tal proposito, non c’è niente meglio di te. Ora, so benissimo che è meglio essere fortunati che in gamba. Ma chiedimi chi sia l’uomo più fortunato al mondo e ti risponderò che è di fronte a te. Buon compleanno, mio cuore».

Uao. Non posso che commentare così…doppio uao. L’autore di questa dedica di compleanno è lo stesso che anno scorso ha scritto alla moglie (sempre la stessa, fra l’altro):

“Buon compleanno piccola. Non posso mettere in parole ciò che tu significhi per me, sei la migliore mamma e moglie che un uomo possa mai desiderare. Ti amo”.

Stiamo parlando della infinita dolcezza di Justin Timberlake. Non bastava essere eccezionale come artista, famoso in tutto il globo, dannatamente ricco, attraente (e mi contengo), giovane (se ha un paio di anni più di me è ancora giovane, ok?!) e marito di una donna che definire splendida è dir poco. No. Il ragazzo pare pure particolarmente romantico. Cioè, capite?

Quando è stata l’ultima volta che, a noi comuni mamme in bigodini (o con il problema della piastra, fa lo stesso), sono state dedicate parole così diabetiche?

Prese da allattamento, pannolini, trio e metodo Montessori, ci siamo perse il marito per strada? No. Non è questa la risposta se ci pensiamo meglio su.

Credo che le parole non siano l’unico metro di misura di un rapporto.

Trovo da sempre altrettanto poetico che il mio uomo mi aiuti e, di sua iniziativa, porti i pannolini sporchi di nostra figlia nel bidone dell’indifferenziata, ad esempio (non credo che Timberlake lo faccia…ma nemmeno la Biel). Trovo dolce il suo abbraccio al rientro dal lavoro e il suo interesse nel chiedermi come è andata la giornata. Uno sguardo per capire come reagire, di comune accordo, di fronte a una richiesta o un capriccio della nostra piccola. Cercare di fare quadrare i conti e riempirmi il bicchiere anziché passarmi la bottiglia mentre siamo a tavola. Chiamarmi urlando, dopo troppo tempo in bagno sotto la doccia (ora in pratica mai), per sapere se sto bene. Fare il primo passo, per riappacificarci, dopo una discussione. Prendermi in giro per come sono fatta ma non volermi cambiare. Farmi sentire che tutto andrà sempre bene finché saremo insieme. Perché finché saremo uniti saremo una squadra.

E al tempo stesso penso che ci sono tantissime ragazze, magari mie coetanee, che devono fare il lavoro di mamma tutte da sole. Oppure con l’aiuto dei propri genitori o di qualche amico…ma non è lo stesso. Penso ai genitori che devono avere la forza di 10 supereroi per assistere e curare il loro figlio malato. Penso a quelle famiglie che lottano ogni singolo giorno della loro vita, e accettano qualsiasi lavoro, pur di garantire ai loro figli un futuro migliore del loro. Penso a chi ha perso tutto per colpa di una scossa di terremoto ma trova ancora, negli occhi dei propri piccoli, la forza di vivere e credere che domani le cose andranno meglio.

Jessica Biel sembra una donna fortunata, è vero, e le auguro che il suo matrimonio sia la favola che appare. Eppure, non riesco davvero ad essere invidiosa di lei. Magari del maggiordomo, del cuoco e delle donne delle pulizie h24 sì, lo ammetto. Non del suo uomo (sempre splendido per me, sia chiaro).

La vita mi ha dato molto più di quello che mi potessi immaginare e, nonostante le notti insonni, il pavimento pelvico andato e la cellulite, penso proprio di essere altrettanto fortunata. Finché potrò continuare a stringere il mio mondo fra le braccia e baciarlo, il resto passerà sempre in secondo piano. Con questo non ci potrò pagare le bollette, è vero, ma vivere con il sorriso sì. E non fatevi mettere in testa da nessuno l’idea che sia meno importante del portafoglio gonfio. Un cuore sincero, colmo d’amore, non si compra proprio da nessuna parte (e questo sembrano saperlo molto bene anche i milionari Justin e Jessica).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il sito utilizza cookie tecnici propri e cookie di terze parti. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull'utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore . Cookie policy