Il calore di casa
13 Febbraio 2019
Come creare una coniglio-busta pasquale
7 Marzo 2019

Ricordo bene quando io e mio marito abbiamo scoperto di aspettare un bambino: i nostri sguardi che si incrociano, come a voler dir tutto pur non sapendo niente, il sorrisetto ebete stampato in viso e un lungo lunghissimo abbraccio, intervallato da baci e parole sconnesse.

Dentro al bagno di casa. Con la voglia di aprire la finestra ed urlarlo al mondo mentre, per prudenza, ti ripeti che è ancora meglio aspettare.

È da allora che ho cominciato a guardare con occhi diversi quello che avevo attorno. A immaginare come sarebbe cambiata la nostra coppia e la mia vita.

È a mano a mano che il pancione cresceva, nonostante il mio pensiero fosse sempre lì, che ho realizzato che era tutto vero. Stavo per diventare mamma sul serio.

E mentre il fiato si accorciava, di contro, si allungava la lista delle cose da preparare, controllare ed acquistare.

Il trio più comodo, il lettino più adatto, il peluche più morbido.

Una volta stretta fra le braccia la bambina più bella al mondo si è completata la mia trasformazione in chioccia. E notavo spigoli appuntiti dappertutto. Pericolo ovunque.

Così ho svuotato i pensili della cucina in basso ed ho iniziato a stipare tutto lo stipabile in alto. Ad applicare blocca cassetti ovunque. Ad acquistare cancellini per le scale.

A montare box dove poterla far giocare in sicurezza e tappeti puzzle colorati, e certificati nei materiali atossici, per attutire le cadute.

A ricoprire totalmente, con almeno un paio di paracolpi imbottiti, il suo lettino: perché si muoveva così tanto nel sonno da rischiare di svegliarsi per le testate o un piedino incastrato tra le stecche del letto.

A togliere tutte le chiavi dalle porte interne di casa per evitare si potesse chiudere da sola dentro una stanza (sono un filo apprensiva, lo so…).

A mettere al riparo, completamente fuori dalla sua portata, medicinali e detersivi.

Ad avere 100 occhi, giorno e notte, notte e giorno: perché l’unica cosa che importava e tuttora importa, a me e suo padre, è che stia bene.

Insomma, abbiamo imparato che fare il genitore è un vero e proprio mestiere.

E che non puoi chiamare casa un posto in cui non ti senti al sicuro.

Almeno questo è quello che pensiamo io e mio marito.

Navigando in cerca di suggerimenti per migliorare la sicurezza della nostra abitazione ci siamo imbattuti sul sito di Sicuritalia e siamo rimasti colpiti dal servizio offerto.

Ve ne parlo perché può interessare anche a molti di voi.

L’antifurto casa su sicuritalia.it si chiama Protezione24 Casa perché è collegato ad una Centrale Operativa che si occupa della gestione degli allarmi e del pronto intervento 24 ore su 24, 365 giorni l’anno.

La Centrale Operativa Sicuritalia, gestita da Guardie Giurate, è un occhio attento che ha il compito di monitorare l’incolumità della nostra abitazione, provvedendo ad inviare Pattuglie, Forze dell’Ordine ed allertando tempestivamente i Soccorsi in caso di necessità.

In questo modo anche i fastidiosi falsi allarmi vengono meno.

Quello che io e mio marito non ci aspettavamo, però, è la possibilità di monitorare casa direttamente dal nostro cellulare: non importa se siamo usciti pochi minuti per andare al supermercato, se siamo al lavoro o in vacanza perché basta accedere all’App dedicata per controllare se è tutto tranquillo. O verificare come si sta comportando la nostra gattona.

Insomma, qui è chiaro che parliamo di qualcosa di più di un semplice antifurto.

Quello di Sicuritalia è l’unico allarme domestico totalmente wireless che permette il video streaming sul cellulare. Dire che è quello che cercavamo è riduttivo perché non sapevamo esistesse in commercio un servizio così completo.

Che quando diventi mamma lo capisci subito che la serenità della tua famiglia viene prima di tutto.

E casa è il luogo in cui ci si sente protetti.

————————————————————————————————————

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il sito utilizza cookie tecnici propri e cookie di terze parti. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull'utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore . Cookie policy