Bullismo e cyberbullismo: io dico no! – OVS e FARE X BENE ONLUS

L’arte di chi dipinge con bocca o piedi – AbilityArt
22 Dicembre 2016
Faith: una di noi – Star Comics
28 Dicembre 2016

Il bullismo è una “forma di comportamento sociale di tipo violento e intenzionale, di natura sia fisica che psicologica, oppressivo e vessatorio, ripetuto nel corso del tempo e attuato nei confronti di persone considerate, dal soggetto che perpetra l’atto in questione, come bersagli facili e/o incapaci di difendersi”.

In genere questo termine è utilizzato per riferirsi a fenomeni di violenza che si verificano in ambienti scolastici, o comunque in contesti sociali riservati ai più giovani. Inoltre, l’esplosione dei social media e lo sfrenato utilizzo che i giovani ne fanno, hanno fatto emergere un nuovo fenomeno sociale legato al bullismo: il cyber-bullismo.

Oltre le definizioni, c’è l’effetto sulla persona. C’è da aggiungere, infatti, che si tratta di un comportamento che strazia, angoscia e tormenta centinaia e centinaia di ragazzi ogni giorno e che è arrivato il momento di dire basta e di fare qualcosa affinché non si sentano più soli e impotenti di fronte a questo problema.
È in quest’ottica che OVS, marchio italiano leader del fast fashion, in collaborazione con FARE X BENE ONLUS, ha realizzato un progetto di importante rilevanza sociale intitolato: “Bullis-no – Chi bulla perde”.

Il progetto ha l’ambizioso obiettivo di sensibilizzare e coinvolgere i ragazzi, ma si rivolge anche ai genitori e ai professori per aiutarli nel sempre complesso e delicato compito educativo: contrastare e gestire gli effetti del bullismo e del cyberbullismo si può.
OVS si sta impegnando nel diffondere un decalogo che aiuta i genitori ad affrontare con il piede giusto situazioni di difficoltà vissute dai propri figli. Una vera e propria guida che fornisce informazioni indispensabili per contrastare con decisione questi fenomeni troppo spesso sottovalutati.

OVS e FARE X BENE ONLUS hanno a cuore il ruolo degli insegnanti: è per questo che hanno messo in campo professionisti esperti del settore (psicologi, avvocati, magistrati, polizia postale ed altri loro colleghi insegnanti) per realizzare una formazione a distanza di qualità dedicata a loro.

Fino al 31 gennaio poi, i ragazzi dai 9 ai 16 anni possono partecipare, con gli amici (gruppi minimo di 3 persone) o la classe, ad un contest creativo per dire NO al bullismo: per farlo occorre realizzare un video, della durata massima di due minuti, che tratti il tema del rispetto fra coetanei e della lotta al bullismo e al cyberbullismo. La cosa bella e divertente è che è possibile esprimersi come meglio si crede: danza, canto, recitazione, etc. non ha importanza, l’importante è dire NO insieme! Fondamentale, dunque, è includere nel video anche il gesto “social” contro il bullismo fatto con la mano (a mò di stop, come fa Marco Bianchi sopra).

I video raccolti saranno giudicati e premiati da una giuria definita da OVS e FARE X BENE: in palio l’opportunità di partecipare alla realizzazione della campagna di sensibilizzazione online della Onlus!.

Diciamolo tutti insieme: Bullis-NO – Chi bulla perde. Sempre e comunque cari, sempre e comunque.
Buzzoole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il sito utilizza cookie tecnici propri e cookie di terze parti. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull'utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore . Cookie policy