Baby pedicure: terrore e tragedia

Mammaoroscopo: dal 15 al 21 novembre (gif edition)
16 Novembre 2016
Quando ha smesso di trattarti come una principessa?
25 Novembre 2016

Non penso succeda solo a me. Mamme con bambini piccoli che state leggendo: avete uno stratagemma particolare o una formula magica che usate quando dovete tagliare le unghie dei piedi dei vostri piccolini?.

No, non ridete (e sono certa che lo faranno tutti quelli che non hanno mai tentato l’ardua impresa). Davvero, come acciderbolina fate?. La mia duenne, quando siamo in bagno, appena intuisce la mia intenzione inizia ad urlare e a divincolarsi come un’anguilla appena pescata. E non esagero. Prima o poi i vicini chiameranno il telefono azzurro per fare una segnalazione, ne sono certa.

Pianti, grida, manine che mi spingono, per allontanarmi dai suoi piedi, con tutta la forza della disperazione che ha in corpo. Ho tentato anche di tagliargliele mentre dormiva ma il risultato è stato solo quello di svegliarla in malo modo (eppure ero stata delicatissima, ve lo assicuro!).

La questione paradossale è che le forbicine che uso le piacciono molto e vorrebbe tenerle per giocarci: piccole, con la punta arrotondata e di colore rosa sono davvero carine…e sembrano fatte apposta per una perfetta pedicure…ma niente. Non ne vuole proprio sapere.

Quando non posso proprio più rimandare, cioè quando si ritrova degli artigli al posto delle unghiette, mi metto il cuore in pace (si fa per dire) e le impongo il taglio. Segue una tragedia cosmica ed intergalattica ma, appena ho finito, torna immediatamente serena. Ho già provato di tutto: giochi, canzoni, farle notare quanto sono diventate lunghe, tagliare le mie unghie davanti a lei, ma non è giovato. Se avete dei suggerimenti sono i benvenuti.

Grazie al cielo, invece, le unghie delle mani se le lascia tagliare senza tanti problemi. Almeno quelle.

Arriverà il giorno in cui mi chiederà i soldi per andare dall’estetista con l’obiettivo di godersi una favolosa pedicure. Arriverà. Ed io le ricorderò, ogni singola volta, i bei tempi quando c’era la mamma e tutto il suo amore a farlo ma lei non ne voleva sapere.

In quell’occasione sarebbe bello regalarle le sue prime forbicine rosa e dirle: “L’estetista non è necessario: fai con queste, tanto sono nuove!”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Il sito utilizza cookie tecnici propri e cookie di terze parti. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente ( cookie tecnici ), per generare rapporti sull'utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un'esperienza migliore . Cookie policy