Vuoi il mio numero? – AISM
8 maggio 2017
Fai vincere a Sassari il record del mondo! – Mondo Convenienza
13 maggio 2017

Ti sento vicina mamma. Sempre. Anche se sei a casa tua a far faccende, fra le bancarelle del mercato, anche se stai comprando il lievito della piadina o sei fuori per una passeggiata. Sento che sei con me.

Se anche non ci vediamo spesso come vorremmo, basta un colpo di telefono e poi lo so che stiamo meglio entrambe. Tu me lo dici sempre. Io non credo mai abbastanza.

Ora che sei diventata nonna, poi, è cambiata totalmente la mia vita e anche la tua: desideri più tempo per stare insieme alla tua nipotina e poterci giocare insieme. Ogni volta che la riabbracci lo vedo che gli occhi ti si illuminano, che vorresti continuare a stringerla mentre lei ti sta già tirando la mano per farti vedere il suo ultimo gioco o lo scarabocchio che ha disegnato con le matite colorate trovate in un mio astuccio…proprio quello che mi avevi comprato tu alle elementari. L’ho conservato, sai?

Quando ho preparato gli scatoloni con tutte le cose da portare con me nella casa nuova, poco prima del mio matrimonio, non è stato semplice fare delle scelte. Ora che sono passati ormai 7 anni, quando vengo a trovarti, mi fa davvero tanta tenerezza vedere Anna giocare con i miei vecchi peluche o divertirsi a curiosare dentro ai cassetti del mio comodino o della scrivania. Dentro c’è ancora tutto quello che ho lasciato. Anche la montagna di segnalibri che avevo accumulato negli anni, ai tempi dell’università.

Sopra al termosifone, poi, c’è un mio vecchio calendario: è fermo sulla pagina di ottobre 2010, il mese in cui mi sono sposata.

Quando entriamo in quella stanza tu mi ricordi che “è sempre la mia camera da letto”. Ed io penso, ogni singola volta, che sono proprio fortunata ad averti come mamma.

Mi auguro di riuscire a far respirare lo stesso amore, con cui sono cresciuta, a mia figlia.

E auguro a te e al babbo di diventare sempre più giovani d’animo, magari giocando a fare i bisnonni, fra tantissimi anni. Chissà.

Quel che è certo è che farti gli auguri, in occasione della festa della mamma, è sempre poco. E so che non sono l’unica a pensarla così.

Conosco tante altre donne, come me, che possono sempre contare sull’aiuto della loro madre. Molte di loro non saprebbero proprio come fare senza: conciliare le esigenze dei figli piccoli e il lavoro, nella quotidianità, spesso è possibile solo grazie al tempo e alla pazienza delle nonne. Ed è importante che continuino ad essere un punto di riferimento per i nipoti e a sentire ogni piccola cosa che loro gli dicono, per avere tantissimi ricordi da conservare nel cuore e sentirsi parte integrante della famiglia.

È per questo che voglio segnalarvi una bella iniziativa, pensata proprio per la loro salute.

In occasione della #festadellamamma, Amplifon regala un controllo dell’udito e la prova di una soluzione acustica, per 30 giorni, gratis e senza impegno di acquisto.

Prenotare un appuntamento in uno degli oltre 550 centri #Amplifon è semplicissimo: basta chiamare il numero gratuito 800 069 100 o visitare il sito amplifon.it

Vivere la vita pienamente è continuare a sentirsi vicino a chi ami perché, come diceva la grande Alda Merini: “Sentire è il verbo delle emozioni”. E, aggiungo io, è la mamma ad avercele insegnate.

Buona festa della mamma a tutte e, per tutte le nonne, bis di baci…ve li meritate! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *