Primo figlio: aspettative vs realtà – le illustrazioni di Astkhik Rakimova

Come ti stresso il pupo
15 luglio 2016
Mamma principessa – le illustrazioni di Isaiah Keith Stephens
26 luglio 2016

5_ILLUSTRAZIONIL’arrivo di un bambino è un evento epocale nella vita di ogni coppia. Figuriamoci poi se è il primo. Tutto cambia: la quotidianità, le priorità, le dinamiche familiari. E soprattutto noi stessi. Profondamente e irreversibilmente. Io l’ho vissuta come una tappa d’evoluzione personale che, a distanza di quasi 20 mesi, posso definire tanto sfidante quanto illuminante.

L’impressione è che, prima della gnometta, fossi seduta nella platea di un teatro. Mi impegnavo per scegliere lo spettacolo da vedere e i posti dove sedere. I migliori per me. Da quando sono mamma, invece, ho la sensazione di lavorare nella regia dell’evento: mi muovo dietro le quinte ed incido sulla qualità dell’esibizione. Maggiore responsabilità, è vero, ma anche molta più soddisfazione quando tutto fila per il verso giusto. Il proprio figlio è un po’ come un attore capriccioso ma dal grandissimo talento che bisogna dirigere, al meglio delle proprie possibilità, al fine di mettere in scena il più bel spettacolo di sempre. Quello della sua vita.

Non è affatto facile. Niente lo è, in fondo. E’ faticoso. Eppure è così esaltante.

Ogni nuova coppia di genitori nutre delle aspettative che, alla nascita del loro primo figlio, si andranno a scontrare con la realtà della quotidianità. L’illustratrice russa Astkhik Rakimova ha realizzato delle vignette, molto simpatiche e bon ton, che descrivono bene questo concetto.secondversion41-01 3-01 5-01 9-01 11-01 secondversion1 secondversion32-01

Se queste illustrazioni vi sono piaciute vi consiglio di dare un’occhiata al suo sito: www.astkhik.com

Quelle che ho pubblicato le sono state commissionate da www.brightside.me

Diciamo che io, in alcune di queste situazioni, non sono proprio così tanto sorridente come la mamma bionda dei disegni. C’è da dire che non sono nemmeno così filiforme. Poi devo combattere anche con i capelli crespi. Eppure sono sempre uno splendore per la mia piccola. Che tenera. Mi è venuta voglia di spupazzolarmela di baci. Come resisterle?.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *