Come non perdere più gli oggetti dei nostri figli – Petit-fernand

Chi vince sempre sei tu – Creami Revolution di Poste Mobile
16 giugno 2017
I libri che sto usando per dire addio al pannolino
20 giugno 2017

Perdere qualcosa che ci appartiene è sempre brutto. Ritrovare il gioco preferito del nostro bimbo, smarrito non si sa bene dove e quando, una tragedia.

Ho amiche che, in alcune occasioni, avrebbero dato un braccio pur di ritrovare Gattoboy dei superpigiamini o la borraccia di Minnie, nell’immediato: per sedare l’ansia e le urla di disperazione dei loro amati pargoli, oltre ai propri timpani, questo ed altro.

La scorsa estate vi ho parlato anche della mia esperienza.

Purtroppo non è sempre facile.

Giocando insieme agli altri, al parco, in piscina, al mare o in un centro estivo, può capitare che gli oggetti vengano dimenticati da qualche parte, dai nostri piccoli, o scambiati involontariamente.

Evitare questi inconvenienti si può, e la soluzione è più semplice di quanto si possa immaginare: etichettare!

Sì, avete capito bene. Con una semplice etichetta, indumenti, giocattoli, libri e cancelleria, possono essere facilmente contrassegnati. Così tutto torna dal legittimo proprietario, ossia nostro figlio, e noi non dovremo ricomprare giacchette, peluche, pennarelli o qualsiasi altro oggetto che porta con sé fuori casa. Un sogno.

Se vogliamo farlo con stile, personalizzando gli adesivi in base anche al suo gusto, vi consiglio di creare etichette con nome da Petit-Fernand: nostro figlio potrà divertirsi a creare online l’adesivo che gli assomiglia di più, scegliendo fra i tantissimi colori disponibili e, soprattutto, tra i nuovissimi disegni colorati.

Infatti Petit-Fernand ha realizzato tante nuove illustrazioni, organizzate per tema, per far sì che ogni bambino trovi l’etichetta più adatta a sé:

Non c’è che l’imbarazzo della scelta!

Segnalo anche la possibilità di scegliere il simbolo della eventuale allergia. Geniale e davvero utile.

Io mi sono portata avanti e ho scelto uno dei loro pacchetti risparmio, in particolare quello per la scuola materna (ora scuola dell’infanzia, ma ci siamo capiti lo stesso, vero?). Anna la inizierà a settembre e voglio partire preparata.

Tutte le etichette sono facilmente applicabili:

  • se sono adesive, al pari di una figurina,
  • se termoadesive, con l’aiuto di un ferro da stiro (a 200°/lino e senza vapore).

Le etichette sono resistenti ai lavaggi in lavatrice fino a 60° e anche all’asciugatrice. Più di così!

Con Petit-Fernand e le sue etichette, identifichi tutto e non perdi più nulla!

Date un’occhiata anche al loro portapranzo per bambini personalizzabile, senza BPA e ftalati, 100% riciclabile: secondo voi potevo farmelo scappare?

È l’ideale per le merende estive grazie alla tavoletta refrigerante all’interno (ma adatta anche per il microonde)! Con la mia piccola ora la usiamo anche nel giardino di casa e con tanta frutta di stagione (i disegni sul coperchio la aiutano a distrarsi e a mangiarla più volentieri)!

La trovo un’ottima idea regalo: comoda, pratica e capiente (1000 ml).

Insomma, Petit-Fernand pensa proprio a tutto (e nel sito trovate molto di più!) 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *