Crostata senza frolla
10 giugno 2016
Biscotti bicolore di ricotta
13 luglio 2016

13_CIAMBELLA DI PESCHEApro il frigo. Una mandria di pesche col pelo mi fissa con aria di sfida. Paiono dire: “Gringo, non riuscirai mai a mangiarci tutte…aha aha aha!”. Figuriamoci se mi lascio intimorire da questo gruppetto di frutta matura e non depilata. Giammai!.

Metto al sicuro la mia bambina con la sua cesta dei giochi, recupero un coltello pelatutto, la bilancia “precisetti” e riunisco intorno a me le ciotole: dobbiamo restare uniti per affrontare, senza indugi, una ricetta golosa. Avremo la meglio sulle pesche. Poi il frigo non sarà più come prima. Facciamolo.

Ingredienti:

  • 550 gr pesche noci (o qualsiasi altra varietà di cui volete sbarazzarvi!)
  • 125 gr burro o margarina (io ho usato olio evo)
  • 100 gr zucchero
  • 1 bustina di Vanillina
  • 2 uova
  • 1 pizzico di sale
  • 250 gr farina bianca
  • 50 gr fecola di patate
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 75 ml latte

Siete pronti?. Bene, cominciamo.

Prendete le pesche e tagliatene 100 gr a pezzettini, il resto (450 gr) a fettine: queste ultime serviranno a decorare la ciambella alla fine. Mettete tutto da parte.

Ora che il lavoro sporco è stato fatto, iniziamo con l’impasto.

Lavorare il burro a crema. Se, come me, vi accorgete troppo tardi di averlo finito, potete tranquillamente sostituirlo con l’olio extravergine di oliva. La ciambella viene buonissima lo stesso.

Continuate incorporando gradatamente lo zucchero, la vanillina, le uova intere e un pizzico di sale.

Mescolate la farina con la fecola di patate ed il lievito: aggiungete nell’impasto a cucchiaiate, alternandovi con il latte. Amalgamate il tutto con attenzione. Annegate nel composto anche i 100 gr di pesca fatti a pezzettini. Questa è l’ultima occasione che avete per far conoscere fra loro gli ingredienti: mescolate l’impasto ben benino e siete pronti per il forno.preparazione

Trasferite il tutto in uno stampo a cerchio apribile (Ø 26 cm) imburrato ed infarinato. Livellare bene. Ora è il momento di sfogare il vostro estro creativo: prendete le fettine di pesca lasciate da parte e ricoprite l’intera superficie del dolce.prima_forno

Preriscaldate il forno (elettrico: 180°C – ventilato: 170°C – a gas nella parte media: 190°C). e cuocete la ciambella per 45 minuti.

Se volete rendere il dolce più scintillante, una volta sfornato, potete spennellarlo di gelatina. Come una torta di frutta qualsiasi.

Io amo questa ciambella di pesche così al naturale, rustica e profumata. E’ un dolce soffice ed ideale per la merenda e la colazione.

Appena l’ha vista la mia piccola ci si è fiondata sopra e si è aggiudicata una bella fetta. Io potevo essere da meno?. D’altronde dovevo controllare il risultato. Sulla prossima scusa per mangiarla di nuovo ci sto ancora lavorando.

Un ultimo messaggio per le mie amiche pesche: ricordatevelo, ride bene chi ride ultimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *